IL MONDIALE MASTER RACCONTATO DALLA NOSTRA ANNA ZUCCHI

 

Reportage del  master mondiale di corsa in montagna  2010

 

Attratti  dalla voglia di visitare la Polonia  e perche' no , le famose donne polacche ( i maschi!).abbiamo deciso di iscriverci alla gara master di corsa in montagna  che si sarebbe svolta a Kolbielow, 67 km da Cracowia. Il 26 agosto cosi ' , dopo un'ora  e mezza di volo, siamo arrivati a Cracovia e da lì in pullman abbiamo raggiunto  la meta, realizzando    un grande   record : 67 km in tre ore e mezzo!

La notte seguente  si scatenò un diluvio che ci perseguitò per tuttta la gara e smise solo sabato sera.

Lascio immaginare l'entusiamo di dover affrontare 8km sotto la pioggia battente,il freddo e il vento in quota!Ma nonostante tutto .... !Gli atleti sulla linea di partenza avevano  indumenti  improvvisati e fantasiosi:dalla giacca invernale ,al kway,ai sacchetti dell'immondizia  e i numeri...non si sa come abbiano fatto a leggerli perchè molti erano nascosti dagli abiti di fortuna(tanto nessuno ha fatto una spunta o l'appello e si poteva partire con qualsiasi categoria tu volessi ,perchè l'unico controllo era al traguardo!) Il percorso dapprima in asfalto, era subito in salita ,ma appena si inoltrava nel bosco diventava  "in piedi come un camino"tipo Canalone di Madesimo ",infatti era una pista nera da discesa.Il vero problema era il terreno trasformato dall'acqua in un torrente di sassi con i bordi di un fango scivolosissimo: dovevi lottare per stare in piedi !Il bello però arrivava negli ultimi 2 km ,dove ,uscito dal bosco, la salita si impennava ancor di più ,un vento freddo ti congelava e il sentiero si rimpiccioliva e si trasformava in canale strettissimo ,scavato con  piccoli bordi ancor più scivolosi sui quali atleti stravolti cercavano di scendere, impedendo la strada a chi stava salendo.Ma ecco che come un miraggio arrivava il traguardo :da  sotto una tenda fatta di plastica trasparente spuntavano due cappelli e usciva una voce che diceva strane cose:i numeri degli arrivati (ne hanno scambiati un pò'..ma pazienza!)Qui tu non potevi fermarti, ma girare intorno al cartello di legno ,farti attaccare al collo la medaglia ricordo da un eroico Polacco e scendere il più velocemente possibile perchè rischiavi il congelamento, visto il vento incalzante.C'erano persone che hanno avuto crisi di ipotermia in questo ultimo tratto,ma di.... assistenza???Neanche a parlarne!Venivano trascinati a valle da altri atleti misericordiosi (e chissà perchè ho visto solo italiani dare una mano!!).Bene,la gara era finita e tu pensavi :"riscesi gli ultimi 2 km, finalmente il ristoro in albergo e gli abiti asciutti!"Sbagliato!Dentro l'albergo, in una stanza 4x4 ,erano stati ammucchiati i sacchi  inzuppati di pioggia con gli indumenti, sui quali erano in parte cancellati i numeri dei pettorali e sopra 300 persone infreddolite che li calpestavano.La vera fatica è stata ritrovare il proprio ricambio!E per finire il buono pranzo:una "broda" con occhi rossi galleggianti e un pugno di riso sul fondo che pochi avevano   il coraggio di assaggiare ; nessun tipo di bevanda   o altro!!A questo punto sporco, congelato e affamato(stanco no,era il male minore!) ti dovevi rifare tutto il resto del percorso perchè la funivia che doveva servire per il ritorno era fuori uso.

Chissà se i rappresentanti della corsa in montagna che erano a valle si sono accorti delle condizioni vergognose con le quali è stata svolta la gara!E per fortuna che era un mondiale!!!!

MA NONOSTANTE TUTTO CE L'ABBIAMO FATTA E ABBIAMO FATTO LA NOSTRA BELLA FIGURA!!!(e ci siamo divertiti!!)

Risultati:

Triulzi Fabrizio:     2° master 35

Ciaponi Fabio:       2° master 50

Giuseppe Buzzetti  Medaglia d'oro come  1° squadra w 35

Cinzia Zugnoni :    Medaglia d'oro come  1° squadra w 40

Zita Rogantini:       Medaglia d'oro come  1° squadra  w55

E gli altri??

Io ,Anna :                 prima italiana  w 50 (ero l'unica!!)

De Blasi :                4 °  valtellinese M35

Gottifredi Davide:  4° valtellinese M40                                           Anna

 

FOTO DELLA SETTIMANA

IL GP TALAMONA SI CONGRATULA CON ELISA SORTINI CAMPIONESSA EUROPEA DI CORSA IN MONTAGNA. BRAVISSIMA ELISA

MALUGANI TALAMONA