23 MAGGIO 2010 ARCO DI TRENTO E BERLINO

  

          

 

      


  

                                                                           

 

 

ITALIANI STAFFETTA DI CORSA IN MONTAGNA: FORESTALE PIGLIA TUTTO MA IL TALAMONA SI COMPORTA EGREGIAMENTE

                                                               

                                                               

                                                                         alt

 

Arco di Trento, il teatro dei campionati italiani di staffetta 2010 di corsa in montagna. Eravamo presenti con tre staffette, due maschili ed una femminile. L’inedito trio composto da Fabio Ciaponi, Alessandro Gusmeroli e Aurelio Mazzoni a vedersela con la seconda squadra,  ancor più variegata, composta da Paolino Fascendini, Francesco Bergamaschi e Amos Gusmeroli. A difendere i nostri colori femminili la zia Scalles Mara Ciaponi con nipotina, Elisa Sortini.

Detto della vittorie delle squadre capitoline, i nostri grintosi talamonesi si sono ottimamente comportati chiudendo al ventesimo posto su quasi 80 compagini, con la prima squadra capeggiata dagli esperti Ciaponi-Mazzoni a traghettare lo sbarbato Alessandro.

Sessantunesima piazza per la seconda staffetta chiusa da Amos Gusmeroli.

A livello femminile, Mara convince Elisa a farle da spalla in questo suo ennesimo campionato italiano di staffetta e vengono premiate con la bella prestazione complessiva della 22esima piazza su 38 staffette che hanno concluso la prova.

Domenica prossima a Padola di Comelico (Belluno)  è in programma il campionato italiano di  staffetta per la categoria allievi-e, mentre domenica 6 giugno, per gli adulti, il campionato italiano di corsa in montagna farà tappa in terra bergamasca a Lenna - Piazza Brembana per la prima prova della stagione 2010 .

 

Melano

 

SKY RUN BERLINO: DOMINIO TEDESCO, SI DIFENDONO BENE GLI  ITALIANI

                                         

                                                             alt

 

 Quinta tappa del vertical word circuit all’ombra della porta di Brandeburgo con i tedeschi vincitori ma con molti italiani che hanno concluso la prova all’interno del Park Inn, 39 piani   140 metri di dislivello, 770 gradini totali.

A differenza dell’edizione 2009, dove la partenza era proprio a ridosso dell’ingresso dell’albergo più alto di Berlino, la partenza 2010 è stata portata nella centralissima Alexander Plaza per dare modo al numeroso pubblico di poter incoraggiare gli atleti almeno nelle prime battute della competizione, con circa 200mt di asfalto.

Manifestazione divisa in varie frazioni con le squadre di vigili del fuoco nelle prime battute, seguiti dai team per concludere la giornata con gli atleti più competitivi con centoquarantacinque maschi e 36 donne, provenienti da 10 nazioni .

Assente il vincitore di Basilea , il Ceco Tomas Celko, strada spianata per il teutonico Dold che si è presentato sulla linea di partenza con la fidanzatina che risulterà anche lei la dominatrice nel gentil sesso.

Dieci gli italiani al via, con Daniela Vassalli e Cristina Bonacina in cerca di punti preziosi per la classifica, che le vede primeggiare. A livello maschile i portacolori valtellinesi, Fracassi Dario, Stefano Silvani ed Erik Panatti a sognare la top ten di giornata con il milanese Roberto Toffano a cercare conferma tra gli over 45.

Tutto come da pronostico con vittoria e, di conseguenza, nuovo record per il dottorino Tomas Dold con 3’39’’3, precedendo il fondista Slovacco Novotny Victor che chiude in 3’49’’2. Terzo il sorprendente spagnolo Ignacio Cardona  in 3’56’’2 che grazie al suo risultato sale al secondo posto della classifica parziale del vertical word circuit, saldamente capeggiata da Dold.

A ridosso dei dieci il primo degli italiani, il bresciano targato GP Talamona , Fracassi Dario che chiude dodicesimo in 4’21’8 precedendo di poco Alex Romagnolo del Valsesia in 4’27’4, sedicesimo il giovane chiavennasco Erik Panatti in 4'31”7 seguito al 20esimo posto dallo zio Stefano Silvani, griffato Team Valtellina, in 4’39”. Bravo anche Roberto Toffano che grazie al suo 5’05” domina la prova nella categoria over 45.

Nelle donne, tutti attendevano la rivincita  tra la tredicenne Breyer e la nostra Vassalli mentre pochi conoscevano le reali potenzialità della ventenne Anna Hahner, alla sua prima esperienza sui grattacieli.

Vittoria netta per l’atleta di casa in 4’30’’5 con ampio vantaggio sulla seconda , Sylvia Jacob che conclude in 5’02”. Comunque podio per la giovanissima Breyer in 5’05’’ che distanzia a sua volta la bergamasca Vassalli della TX Active Italcementi che chiude un poco sotto le sue aspettative in 5’30’’. Sesta Cristina Bonacina del Gp Talamona in 5’39’’9 che dimostra comunque di essere sempre a suo agio sui gradini. Nella Classifica generale, si confermano al vertice sia la Vassalli che Bonacina, mentre sale al terzo posto  Marie-Fee Breyer

Prossima tappa, la più lunga del circuito, a Taipei con oltre 2000 gradini.

Al via per i colori italiani, il valtellinese Marco De Gasperi ed i lariano FabioRuga.

 

Vedi il servizio su Berlino su TG2 PUNTO.IT H10.12:

 http://ecovideo.ecostampa.it/clip/EMAIL_2862886_1.avi

 

 

Melano 

 

 

FOTO DELLA SETTIMANA

IL GP TALAMONA SI CONGRATULA CON ELISA SORTINI CAMPIONESSA EUROPEA DI CORSA IN MONTAGNA. BRAVISSIMA ELISA

MALUGANI TALAMONA