21^ NOTTURNA DI MORBEGNO

  

 


  

 

SECONDO POSTO DI SOCIETA’ E   5  CAMPIONI PROVINCIALI  

PER L’EDIZIONE  N° 21 DELLA NOTTURNA MORBEGNESE.

 

 

Anche quest’anno il tempo non è stato clemente con gli organizzatori della 21^ edizione del trofeo morbegnese di corsa su strada che oltre ad essere prova regionale , assegnava anche i titoli individuali per tutte le categorie .

A parziale consolazione, almeno le categorie giovanili sono state risparmiate dalla pioggia, ma appena sparito  il vento, che  teneva lontane le minacciose nubi cariche di acqua, le stesse si sono presentate puntuali sulla piazza Caduti della Libertà per far da compagnia alle prove più lunghe e rovesciando il loro contenuto sia sui concorrenti che sulle premiazioni con i premiati costretti ad usare gli ombrelli.

Ben 101 atleti del Talamona si sono presentati al via di questa classica di primavera con il gruppo più numeroso rappresentato sempre dai più giovani, che continuano ad aumentare con il passare degli anni.

I primi a partire dalla chiesa parrocchiale  sono stati gli esordienti B-C sia maschili che femminili. Vittoria in campo femminile per la portacolori del Santi, Anna Tosarini  con Alessia Galatioto, la migliore delle nostre al 5° posto, 8^ Elisa Martinelli, 9^ Marta Angelini, 11^Irene Gusmeroli, 12^Martina Ciocchini, Erica Bulanti è 17^ mentre Dalila De Giobbi è 20^. A seguire 25^ Clarissa Colombini, 27^ Alessia Duca, 28^ Marta Ciaponi, 29^ Ilaria Meraviglia.

Nei maschietti classe 2001-2004, vittoria per l’orobico e figlio d’arte Alain Cavagna, ma bravissimo pure il nostro Nicola dell’Oca al quarto posto, Thiago Simonetta che, per non essere da meno, è fratello d’arte è 6°, seguito all’8° posto da Simone Colombini. Federico Cucchi è 11°, 16esimo  Mattia Tacchini mentre il biondino Simone Luzzi è 23° seguito da Lorenzo Duca al 30° posto e Alessandro Maffezzini al 31°. Fabio Bulanti ed Ermanno Bertolini seguono rispettivamente in 33^ e 38^ posizione.

Tripudio di maglie bianco azzurre, verrebbe da dire, usando una frase famosa , per il podio della categoria esordienti A femminili , con la solita Alessia Fognini a vincere prova e titolo individuale con discreto distacco sulla rivelazione Iris Strigiotti, che riesce nell’impresa di lasciarsi alle spalle l’amica compagna Cirios Chiara Cirelli.

Linda Luzzi è 10^, mentre Valentina Duca chiude 12^ con Giulia Tarabini 15^.

Nei pari età maschili altri due angeli azzurri sul podio con Federico Gusmeroli e Tommy Gusmeroli, rispettivamente 2° e 3°.

Simone Zugnoni è 10° mentre Lino Gambetta si attesta in 15^ posizione tallonato da Kristian Gusmerini, non ancora a suo agio nel passaggio di categoria. Lorenzo de Meo è 19° con l’albatros delle piscine Matteo Luzzi al 20°, seguito da Valerio Gusmeroli al 24° posto ed Andy Ciaponi  26°.

I 4 mini moschettieri, Alessio Luzzi, Alessandro Cucchi, Andrea Colombini e Alessandro Ciapponi giungono rispettivamente nell’ordini al 30°,31°,32° e 33° posto finale.

Sulla linea di partenza le ragazze impegnate sui 1250 mt con la nostra Alessia Gusmeroli a ben lottare chiudendo settima ma poco distante dalla prima. L’altra talamonese al via, Annalisa Perlini, chiude la sua esperienza agonistica al 21° posto.

Ormai la pioggia la fa da padrona e rende il pavè assai impegnativo .

Emozionante volata nei ragazzi, con scivolata finale ad appannaggio del Bormino Luca Cantoni che per un soffio vince su Yaakoubi del Piateda.

Numerosa la rosa di partecipanti in casacca “bagnata”  bianco-blu con il più svelto, Davide Gusmeroli all' 8° posto, che precede di poco Paciugo Matteo Zugnoni. Coraggiosa la volata di Simone Galatioto che chiude bene al 12° posto. Alessandro Gusmeroli è 21°, mentre Paolo Guerra è 21° e Max Milivinti 27esimo. Da li a poco giungono gli altri con Manuele Ciocchini 32°, Mirko Franchetti 38°, Michele Bianchi 40esimo e Damiano Mali Bertolini 43°.

Le cadette, impegnate su due giri piccoli per un totale di 1700 mt, vedono impegnata la brava Jessica Gusmerini in 11^ piazza e Anita Luzzi al 17°posto.

Ormai il buio ha preso il sopravvento e la notturna morbegnese accoglie i cadetti sulla linea di partenza. Assolo per il talentuoso Nadir Cavagna con Riky Vola a vincere la volata per l’11esima piazza di serata. Riccardo Tugnettino mi AR “ RIVA” al 22° con Little Mister Lele Perlini  24° . Simone Luzzi è  28esimo mentre Big Luca Martinelli chiude la gara al 32esimo posto, accolto dagli applausi di tutti i suoi tifosi e non, contrariamente all’invito rivolto all’infreddolito pubblico presente, di tifare tutti, anche gli ultimi,  per poi aggiungere l’aberrante conclusione , di evitare di farlo nel qual caso fossero stati atleti del Talamona. Evidentemente l’acqua intrisa delle polveri acide del vulcano islandese avevano iniziato a far breccia nella testolina di qualcuno che avrebbe fatto meglio ad evitare di uscire con tali nefandezze, per non offendere, innanzitutto l’atleta in questione che con grande sacrificio ed impegno chiude sempre orgogliosamente la sua prova con il sorriso negli occhi, seppur distante dai migliori ma poi anche lo stesso pubblico che si stava godendo, stoico, sotto l’acqua, delle belle performance, siano esse venute dal primo arrivato come dall’ultimo senza distinzione di razza, religione e a maggior ragione di società sportiva che al cui interno con grandi sacrifici da parte di pochi, i soliti pochi, sono riusciti a creare un folto e affiatato gruppo che si sta allargando a macchia d’olio. Tutti, a partire da quello ai suoi primi allenamenti che fatica di più e spesso arriva dietro  fino a giungere magari al campioncino, vengono seguiti, incitati, complimentati alla stessa stregua, cosa che evidentemente qualcuno ha riposto molto oltre il famoso secondo piano, pensando solo al più becero agonismo stile “sfegatati ultras del calcio moderno” .

Dopo questo sfogo assolutamente personale, tralasciando altri episodi poco carini, che  ho preferito non menzionare, almeno ora, veniamo a cose più soft con la prova riservata alle damigelle classe 1993-94 alias categoria allieve con il duo Simonetta Titti-Giuly con le gambe sul pavè e la testa al PUB per la sfrenata serata danzante. Comunque brave entrambi con Titti terza e Giuly quinta.

I pari età facevano da cavalieri alle donne delle categorie junior-promesse-senior-master con il campioncino del Santi, Moumen a dettare legge con il nostro Bikers Tommy, futuro milionario, giratubi Caneva, a tentare la fuga sul gruppetto che faceva da gabbiano alla bravissima e fortissima Alice Gaggi alla rincorsa del record della gara.

Vittoria dunque scontata per Mouman con Tommy che viene risucchiato dal compagno Mirko Bertolini che chiude forte al terzo posto. Tommaso comunque bravissimo al  quarto posto su una distanza, 5200, metri, che per la loro età risulta essere impegnativa.

Record e vittoria per   Alice Gaggi, seguita dalla dottoressa Maura Trotti e dalla junior Mabel Tirinzoni.

Una ritrovata Cristina Bonacina, è soddisfatta della sua 12^ piazza assoluta e 4^ senior, seguita da Francesca Duca che vincerà il titolo provinciale MF35. Mara Ciaponi è 21^ ma con titolo per le MF50. Daniela Ciaponi è 25^ e 5^ MF35, Monica Vauthier è 27^ con 7^ posto di categoria, seguita dalla junior Debby Zenoni, 4^ di categoria e Martina Duca 6^ junior. Anna Zucchi sarà quarta nella MF50.

Una marea di terribili giovani-vecchietti erano ammucchiati sotto il gonfiabile a mò di glomere apis mellifera per scaldarsi, con l’incubo partenza falsa per invasione di riga bianca e cartellino giallo per Melano Fracassi, che tenta invano di giustificare, nelle 320 braccia che spingevano , e l’attesa dello sparo, lunga come il tempo impiegato dall’ Apollo 11 ad andare sulla luna nel luglio 1969, la causa dell’infrazione. Per fortuna che la regola prima partenza falsa, alias esclusione dalla gara , vale forse solo in pista ed solo in alcune gare, altrimenti riuscirei a partire, almeno  in Valtellina, in poche gare.

Rapido come uno cinghiale rincorso da una muta di cani affamati, Melano Fracassi rompe da subito gli indugi. Sua Maestà Zugnoni alle prese con un pre riscaldamento dei 10.000 mt del dì seguente dove chiuderà con un brillante 31’01’’  si beve velocemente i 4 giri  del tracciato cittadino, vincendo a mani basse.

Volata per il secondo posto tra Triulzi della Valchiavenna ed il bergamasco  Gazzaniga risoltasi ad appannaggio di Fabrizio Triulzi. Volata anche per il 4°-5° posto con Paniga ad avere la meglio sul piangina Fracassi…. mi fa male di qua , mi fa male di là, non riesco a corre a 5’30’’ al km, bla, bla ,bla......piangina!!

Il maratoneta e futuro sposo Cristian Nobili è 15° assoluto, Sergio De Meo è 28esimo e 5° M45, mentre Enea, il Milanista, coscritto dell’allenatore Leonardo, ed un “pochino” dispiaciuto per il 2-1 con la Samp, egregio, signor referenziato president del GP  di cui sopra,  pieno, a detta di qualcuno, quello per intenderci che aveva preso troppa acqua acida, non di angeli blu ma di “carogne”,  per giunta , visti i buoni risultati conseguiti nella serata, meritevoli di antidoping , è 36esimo.

L’uomo delle bisciole , Aurelio Mazzoni, al 55-57% dello sforzo, fa suo il titolo negli M55, mentre è volata tra Massimo Gusmeroli e Simone Bonesi per il 54° posto che va a Massimo.

Paolo Pedrazzoli è 57°, il trio Roberto Carna, Gianni Cerri e Elio Folini sono 64-65-66esimi. Fabio Maffezzini è 72° e Gene Cerri 87° con Mister Perlini Fabio con la paura che fa…. 90.

Giordano e Amos Gusmeroli sono 97esimo e 133° con il capitano Costante 134° ad un soffio dal titolo M65. Zio Salini Alberto  è 144° e Ivo Mazzoni 147°.

Ultima ma non ultima la prova Big degli junior- promesse- senior con l’ex atleta della Polizia, Sutti Fabrizio con un leggero vantaggio sui pronostici alla vittoria contro Max Zanaboni vincitore dell’anno scorso. Dietro il nostro Maurizio Ambrosini a vedersela con il giovane Della Torre per il gradino più basso.

 Bellissima volata andata a Sutti giusto per una spanna, secondo Zanaboni delle Valli Bergamasche mai dato per vinto fino all’ultimo e terzo il nostro eccellente Maurizio Ambrosini che vince la sua volata con Della Torre Francesco e porta nella sua bacheca il titolo provinciale senior.

Remo Sciani è 17esimo, Luca De Bernardi è 33esimo con lo junior Francy  Bergamaschi,  partito forse un pochino forte, 18esimo e settimo di categoria.

Andrea Mazzoni è 19° mentre l’abbronzato Maury Torry con le pelli di foca sotto le scarpe è 37esimo, seguito dall’istruttore giovanile Corrado Barry al 38° con il passista Fabrizio Duca al 40esimo posto e Roberto Gusmerini in 45^ posizione.

Premiazioni finali all’ìnsegna della miss maglietta bagnata con Trofeo Avis ad appannaggio degli organizzatori del Morbegno, innanzi alla nostra compagine e alla Valgerola.

 

Melano

 

FOTO DELLA SETTIMANA

IL GP TALAMONA SI CONGRATULA CON ELISA SORTINI CAMPIONESSA EUROPEA DI CORSA IN MONTAGNA. BRAVISSIMA ELISA

MALUGANI TALAMONA