STAFFETTA DI S.GIOVANNI BIANCO 2009

 

 alt 

                

·  

·           

    

·  

·  10/05/2009 - ANCHE UNA STAFFETTA TALAMONESE ALLA GARA NAZIONALE S.GIOVANNI BIANCO



                                                   



La mancanza dello squadrone della forestale ha reso assai interessante la giornata sportiva a S.Giovanni Bianco dove il G.S. Orobie ha organizzato la IX edizione della staffetta Nazionale e la IV edizione riservata alla gara individuale femminile. Se la gara maschile ha vissuto fino in fondo , continui cambiamenti in testa alla gara risolta nel finale con l'esperto Milesi Davide alla sua prima stagione nel G.S.Orobie, dopo oltre 20 anni passati nel centro sportivo della forestale, a vincere la volata sul neo acquisto della Recastello, il bellunese Costa, i nostri alfieri capitanati dal sempre rimbalzante Aurelio Mazzoni in prima frazione, Vittorio Baroli in seconda e lo sky runner De Bernardi Luca a chiudere la fatica di giornata guadagnando una onorevole 26esima posizione sulle 38 compagini accorse nel paese di Arlecchino.

A livello femminile il quarto posto della Zia Schales Mara Ciaponi in una gara vinta dalla nazionale Cristina Scolari è da salutare come un ottimo risultato come una bella torta di compleanno insaporita da una bella ciliegina che in questo caso era camuffata all'interno di una provetta da riempire, gentilmente offerta a sorpresa dagli inviati della fidal appositamente arrivati da Roma per controllare se le prime 4 atlete femminili facessero uso di sostanze vietate. Avete intuito che la zia Mara come una consumata "professionista" è incappata per la prima volta nella sua vita nel controllo antidoping. Enorme stupore e brividi freddi raggelavano le schiene di tutti i presenti …" questa volta la beccano!!! , era ora, erano anni che aspettavamo questo momento, e dove scappa! "
Si vocifera che il vero motivo del controllo sia arrivato camuffato, perché in realtà l'ha mandato il Ministro Brunetta per la campagna sui controlli alle COLF, iniziata alcuni mesi fa ed ora arrivata anche in Lombardia .
Ora saranno mesi di agonia, la Zia Colf vivrà nell'incubo che le trovino nell'urina magari quel bicchierino di Brunello o Barbera bevuto magari di nascosto ai ristori mentre si spostava tra una famiglia e l'altra.
Peccato che la fidal sicuramente abbia preso un abbaglio e spenda soldi inutilmente per controllare le casalinghe e non va a controllare magari atleti che radiati da discipline sportive riconosciute dal Coni come il ciclismo o la mountain Bike e successivamente alla radiazione approdati all'atletica nostrana lombarda e che ora stanno tranquillamente gareggiando senza che nessuno faccia nulla per impedire loro di fare risultati grazie magari alle sostanze di cui facevano uso in precedenza.

FOTO DELLA SETTIMANA

IL GP TALAMONA SI CONGRATULA CON ELISA SORTINI CAMPIONESSA EUROPEA DI CORSA IN MONTAGNA. BRAVISSIMA ELISA

MALUGANI TALAMONA