VILLA DI CHIAVENNA 2009

 

 alt 

                                                            

·                                                      

· VILLA DI CHIAVENNA, 14^ EDIZIONE DELLA TRAVERSATA DEI MONTI: VINCONO ZANABONI E GAGGI ,   

   OTTIMI I PIAZZAMENTI DEI TALAMONESI.

                                              


Dopo l'annullamento dell'edizione 2008 causa mal tempo, è tornata quest'anno la consueta corsa in montagna denominata Traversata dei Monti , giunta alla sua 14^ edizione che dall'abitato di Villa di Chiavenna sale attraverso gli irti scalini chiavennaschi per giungere alla località Cantone, sede dell'arrivo di tutte le categorie compresa la non competitiva che ha visto cimentarsi nella impegnativa ascesa 75 tra bambini ed adulti.
Tra questi anche 8 atleti del GP Talamona che non hanno certo sfigurato. Ed ecco i due promettenti giovani Gusmeroli Alessandro e Galatioto Simone i quali,staccato il papà Natale Galatioto che taglierà il traguardo con 10 minuti di ritardo dal figlio, chiudono in 24 e 25esima posizione con l'ottimo crono di 48'50" e 48'55".In 27esima posizione e terza assoluta tra le donne ha tagliato il traguardo la nipote d'arte Cirelli Chiara (buon sangue non mente). Allo sprint con Chiara è arrivato Pietro Frigeri 29esimo.A chiudere la famiglia Perlini Emanuele,Angelica più impegnati a raccogliere fragole che a correre nonostante i "dolci incitamenti" di mamma Francy.
L'edizione 2009 ha certamente risentito della concomitanza con la gara nazionale del monte Zucco andata in scena in Val Brembana e alla classica Moggio-Piani di Artavaggio in Valsassina che ha portato via numerosi concorrenti alla prova ottimamente organizzata dal nostro duo Rosina-Silvani .
Ai nastri di partenza della competitiva si sono comunque presentati 49 atleti in campo maschile e 9 a livello femminile di ottimo valore con favori del pronostico che andavano al sondalino delle Valli Bergamasche Massimiliano Zanaboni ed alla portacolori della Val Gerola, Alice Gaggi.

Le prime a partire le donne, su un percorso di 4 km con dislivello di 670 mt, con un terzetto subito al comando con Gaggi, Cristina Bonacina e la livignasca della Rupe Magna Besseghini Cinzia a prendere l'iniziativa fino alla frazione Canete dove la Gaggi forzava decisamente il passo sul tratto di asfalto per presentarsi poi solitaria sulla linea del traguardo in 35'42 con ampio margine di vantaggio su Cinzia Besseghini che chiudeva in 38'17'' e sulla terza la nostra portacolori Cristina Bonacina in 39'44. Si vocifera che nel pomeriggio la Bonacina sia stata vista sorseggiare liquori nostrani all'interno di crotti in compagnia dei fidati sostenitori del gomito del tennista tali Tugnetta e geometra Corry. Per tornare alla cronaca, ora la Gaggi sarà impegnata nella seconda prova dei campionati italiani a Campodolcino, seriamente intenzionata a rincorrere il titolo italiano promesse che in questo momento vede in vantaggio l'atleta veneta Lavinia Garibaldi dopo la prima prova di Tarvisio mentre la Bonacina in attesa della conclusione dei lavori a Ranciga si accontenterà di prendere un'altra bella ribaltata al km verticale di Chiavenna.
Seguono poi in classifica di giornata l'inossidabile Mara Ciaponi in 41'16, vincitrice della categoria MF 50, che ha la meglio in volata sulla sci alapinista e skyrunner Serena Piganzoli in 41'20'', sesta e prima della MF 35 la bionda Monica Vauthier in 45'18 seguita dalla figlia d'arte Daniela Ciaponi. A seguire la nostra Anna Zucchi e poi Ioli Fernanda del Valgerola.

Pronostici rispettati anche in campo maschile seppur con distacchi assai più contenuti sugli 8,3 km con 700 mt di dislivello, con Giovanni Tacchini in grande spolvero ad imprimere subito un forcing sulla prima parte per poi dover cedere il passo all'amico Zanaboni che riesce a prendere un discreto vantaggio sui tornanti in asfalto per poi incappare in due sviste di percorso che hanno consentito a Tacchini di sperare ancora nell'impresa di riacciuffarlo nella attraversata tecnica che dalla località Roccolo portava all'arrivo.
Dunque vittoria di giornata a Massimiliano Zanaboni in 40'48'' seguito a 30'' dal morbegnese Giovanni Tacchini, che domenica sarà al via nell'appuntamento top della sua stagione agonistica e cioè la terza edizione del Campionato Europeo di Sky running in Val di Fassa dove nell'occasione Giovanni avrà l'onore di vestire la maglia della neonata nazionale italiana delle sky race.
Lotta aperta per il terzo gradino del podio con tre atleti in 20 secondi, a spuntarla lo specialista delle irte ascese Mattia Curtoni in 42'01'' che distanzia il giovane G.Luca Volpi in 42'15'', in procinto di partecipare alla gara internazionale Snowdon race gemellata con il Trofeo Vanoni, e l'ottimo Francesco della Torre della Val Gerola , quinto in 42'20''.
Nei primi dieci anche Miotti del Morbegno in 43'05'', Triulzi, GP Valchiavenna, in 43'10'' .Bene si sono comportati i nostri giovani del GP Talamona con il padrone di casa Mirko Rosina ottavo in 43'17'' seguito a brevissima distanza da Guido Rovedatti, in 43'26''. Chiude al decimo posto Erik Panatti GP Valchiavenna in 43'40''. Diciannovesimo l'imbianchino della domenica, Melano Fracassi che evidentemente aveva dimenticato di lasciare in macchina il secchio della pittura da 20 litri ed ha dovuto piangere turco per riacciuffare nel finale il saltellante Aurelio Mazzoni
Monopolio nella categoria master per i nostri atleti . A vincere nella categoria M35, Stefano Silvani 43'53''undicesimo assoluto, nella M50 l'ex nazionale Fabio Ciaponi, in 45'02'', nella M55 Aurelio Mazzoni in 46'25'' e nella M65 con il capitano Costante Ciaponi in 55'29''. Nella M40 Martocchi Dario della Mera Athletic in 44'24'' e nella M45 Paolo Donà Valchiavenna in 50'17''.
Al 23esimo in classifica generale abbiamo poi Gusmeroli Paolo in 47'57'' seguito al30simo posto da Massimo Gusmeroli e al 32esimo da Cerri Gianni in 52'02'', 35esimo Folini Elio 53'17 che da una bella sverniciata al president Enea Riva in 54'06'' con il pensiero già al crotto per gli amarini, Genesio Cerri ad una incollatura in 54'24'' e lo skyrunner DeBernardi Luca 41esimo posto in 54'50.
Un bravi ai nostri compagni Mirko e Stefano per l'impegno che ci hanno messo nell' organizzare l'evento e per la bella idea di permettere agli atleti di poter pranzare all'interno delle cascine disseminate nella bella piana del Cantone.
Menzione d'obbligo anche per i due uomini di classifica (nel senso che hanno fatto le classifiche) Corry e Mister Bean Fabio che avranno anche raggiunto Cantone con la macchina,ma che poi hanno sudato le proverbiali sette camice per far funzionare adeguatamente il bizzoso cronometro del President ,poco incline a compiere il suo dovere.
Tutto si è svolto per il meglio e arrivederci alla prossima edizione.

melano

 

 

FOTO DELLA SETTIMANA

IL GP TALAMONA SI CONGRATULA CON ELISA SORTINI CAMPIONESSA EUROPEA DI CORSA IN MONTAGNA. BRAVISSIMA ELISA

MALUGANI TALAMONA